Chi siamo?

Perché Corpo12

Per segnalare libri, leggerli prima e poi recensirli in poche o molte righe a seconda dei casi. Perché abbiamo smesso di provare interesse per i siti in cui sono gli scrittori a parlare degli altri scrittori, a dire bene degli amici e male dei nemici, a dire niente o quasi dei libri veri e propri.

Perché crediamo che dopotutto esista anche una comunità di lettori/lettrici che cercano bussole per orientarsi, segnali di fumo da seguire o lasciare svanire nel nulla e che non disdegnano di raccogliere una manciata di informazioni prima di varcare le soglie di una libreria o di una biblioteca e prima di lasciarsi pigramente sedurre dalle copertine più attraenti, dai libri meglio esposti, dai romanzi più venduti o più prestati.

Crediamo anche che noi lettrici/lettori proviamo un inconfessato piacere a scambiarci commenti e consigli su ciò che abbiamo letto e leggiamo, ma che scarseggiano i Bar Sport e le osterie in cui incontrarci. In un paese come il nostro in cui i caffé buoni della letteratura non hanno mai smesso veramente di esistere, sentiamo il bisogno di un luogo abitato da chi legge, da chi va al cinema e a teatro, da chi ascolta musica, da chi si interessa di arte, da chi ama e odia radio tre, da chi compra almeno due riviste culturali al mese, da chi non lo fa ma gli piacerebbe, da chi crede che la politica c’entri sempre con la cultura e che l’intrattenimento non sia solo mercato.

Vogliamo, insomma, un posto dove stare, per parlare di libri senza fare i conti per forza con i maître à penser del momento, senza doverci scusare se non leggiamo i best seller o i casi letterari che muovono gli ingranaggi dell’industria editoriale, senza doverci preoccupare di fare bella figura con chi un giorno potrebbe invitarci a dire la nostra in qualche festivaldimantova sparso per la penisola.

Chi siamo

Siamo cinque persone che leggono al di là e al di fuori delle classifiche, delle nuove uscite, delle stroncature, delle recensioni encomiastiche, delle segnalazioni dei quotidiani, delle polemiche perenni tra scrittori veri che vendono poco o niente e scrittori che vendono e perciò non possono essere veri.

A noi i canoni stanno stretti in ogni caso, ma finiremo inevitabilmente per proporvi il nostro.

Le nostre segnalazioni nascono dai libri che amiamo leggere o che leggiamo per sbaglio ma senza troppi pentimenti, anche quando sono la noia o il disgusto a prendere il sopravvento.

Aspettiamo che altri lettori si aggreghino e dicano la loro, aggiungano i loro libri ai nostri, commentino e dissentano. Perché leggere è un modo per guardare il mondo e noi non abbiamo né la voglia né la pretesa di vederlo tutto quanto da soli.